Ricorso a gruppi di Telemedicina per combattere la solitudine nella popolazione anziana durante COVID-19.

La solitudine è diventato un problema di salute pubblica negli anziani, in crescita negli ultimi anni. Circa la metà della popolazione anziana in età avanzata attraversa lunghi periodi di solitudine, di questi il 5% è sempre solo. Le persone che in età avanzata si isolano dagli altri e soffrono di solitudine rischiano un peggioramento dello stato fisico, della depressione e del declino cognitivo. Le persone anziane sole aggiungono ulteriori oneri e tensioni sui caregiver familiari che dedicano gran parte del loro tempo a prendersi cura dei loro bisogni. Esistono pochi esempi di interventi di gruppo creati e validati al fine di alleviare la solitudine nelle persone anziane. Un intervento psicosociale che si è dimostrato efficace e sostenibile per questa fetta di popolazione si chiama “Circolo degli Amici”. Trattasi di un intervento, basato sulle evidenze, che spinge le persone anziane a socializzare attraverso attività interattive. Il gruppo segue un protocollo che prevede 12 incontri nell’arco di tre mesi, con temi capaci di creare connessioni tra persone sole come la narrativa, le arti creative, e l’esercizio fisico. Sebbene sia risultato un gruppo di intervento efficace per le aree di insediamento di comunità e per altri contesti collettivi, molte persone anziane potrebbero non avere soldi, mezzi di trasporto o supporto familiare per recarsi alle sessioni del gruppo. L’intervento di preparazione delle persone anziane all’approccio online ha incontrato numerosi problemi. Alcuni hanno avuto difficoltà a reperire la tecnologia o le risorse per poter mettere in piedi i servizi di telemedicina nella propria abitazione. Altri sono portatori di deficit di udito o di vista che limitano la loro partecipazione ai gruppi. L’inserimento delle nuove tecnologie nella vita delle persone anziane in età avanzata ha un ruolo determinante nel prevenire il rischio di un ulteriore isolamento. Crediamo che il Circolo degli Amici sia un modo appropriato per passare all’uso della Telemedicina, soprattutto grazie al miglioramento della socializzazione con la propria comunità, alla facilità di conversazione all’interno del gruppo, e alla flessibilità con cui vengono inserite le attività. Con l’arrivo della pandemia di COVID-19, abbiamo velocizzato lo sviluppo della telemedicina per fornire supporto sociale alle persone anziane costrette a casa. Grazie a COVID-19, abbiamo capito l’importanza di coinvolgere il caregiver per aiutare i propri cari a prepararsi per partecipare ai gruppi del Circolo degli Amici. I facilitatori conducono le videochiamate iniziali con la copresenza al telefono del partecipante e del caregiver prima della partenza del gruppo. Il gruppo di telemedicina permette di effettuare chiamate separate e incontri Zoom su appuntamento per controllare e seguire gli argomenti discussi dalle sessioni. Il vantaggio di un intervento di telemedicina del Circolo degli Amici è che i partecipanti possono finalmente sentirsi indipendenti nello svolgere alcune attività nel confort della propria casa. La narrativa, le arti creative, e le sessioni di esercizio fisico possono essere eseguite da casa propria e possono essere riviste attraverso le registrazioni per riascoltare i consigli e i commenti del gruppo. Si spera di poter sviluppare più gruppi online e di telemedicina per aiutare le persone sole e isolate a restare connessi durante la pandemia da COVID-19 e anche dopo. In presenza di un elevato rischio che il virus si ripresenti, le persone anziane sono scettiche nel lasciare le proprie case e incontrarsi con gli altri in pubblico. È importantissimo che i medici e i ricercatori continuino a trovare modi creativi di raggiungere le persone anziane in età avanzata e in uno stato di solitudine e isolamento che potrebbe peggiorare se la pandemia dovesse proseguire. Diversamente, questa parte di popolazione è a rischio non solo di allontanarsi ulteriormente dai propri cari, ma di incorrere nel tempo in disturbi fisici e mentali.

Bibliografia
Zubatsky M, Berg-Weger M, Morley J. Using Telehealth Groups to Combat Loneliness in Older Adults through COVID-19. J Am Geriatr Soc. 2020 May 11. doi: 10.1111/jgs.16553. [Epub ahead of print] https://onlinelibrary.wiley.com/doi/epdf/10.1111/jgs.16553

Related posts